Archivi tag: ottaiano

Parete Bianca VII. La mostra di Giuseppe Ottaiano

Continua, con successo, la settima edizione di Parete Bianca, la kermesse dedicata all’arte organizzata dall’associazione culturale torrese Parole Alate.

Nella suggestiva cornice dell’hotel Villa Signorini di Ercolano, giovedì 16 novembre, è stata la volta di “Castelli irpini. Una rete di comunicazione” mostra fotografica realizzata da Giuseppe Ottaiano, fondatore dell’associazione culturale Terre di Campania.

Un progetto fotografico, quello presentato all’interno dell’evento, che mira a valorizzare l’immenso patrimonio della regione Campania in fatto di castelli: oltre duecento siti che Ottaiano, nel corso degli anni, ha visitato, immortalato e condiviso grazie a mostre, incontri col pubblico (non ultima la partecipazione all’Expo 2016), con le scuole e attraverso un portale che ha come obiettivo la rivalutazione di un territorio troppo spesso balzato agli onori della cronaca per le proprie nefandezze, più che per l’immenso patrimonio naturalistico e d’arte di cui dispone.

Estremamente positivo l’impatto della mostra sul pubblico: gli scatti, infatti, hanno riscosso consensi e generato un interessante dibattito con argomento la Campania e le sue meraviglia. La serata ha, inoltre, gettato le basi per nuove collaborazioni tra associazioni.

«Terre di Campania» dichiara il direttore artistico dell’evento, Giusi Solaro, «è stata una piacevolissima scoperta. Circa un anno fa, all’interno della fiera editoriale Ricomincio dai Libri, abbiamo prospettato la possibilità di realizzare un progetto a quattro mani. Con soddisfazione, ecco qui una mostra che ci ha fatto scoprire meraviglie nascoste a pochi passi da casa nostra. Ci auguriamo che questo sia il primo passo di un lungo e fattivo percorso».

Il discorso della collettività, della rete tra associazioni continua: giovedì 23, infatti, tocca ad Angelo Casteltrione e Alessandra Basile, autori della mostra “Donne di terra: 12 storie di resistenza contadina in Campania”. Un racconto per immagini del territorio campano attraverso gli sguardi e il duro lavoro di donne che hanno dedicato alla terra la propria vita.